iten

I Semi della Vita

Tavola rotonda

I Semi della Vita

con Antonio Giorgini, Maria Grazia Mammuccini e Maurizio Pallante

Sabato 6 luglio ore 17.00 – 19.00
Sala Conferenze del Conservatorio, Pienza

Contributo: 20 euro

Agricoltori verdi, antroposofi, Grazia Mammuccini rappresentante dell’ organizzazione Navdanya Int. di Vandana Shiva in Italia, parleranno della campagna per liberare i semi dalla minaccia OGM, che tenta di privare l’umanità del diritto ad alimentarsi della terra in modo libero e gratuito.

Interventi:

LA LIBERTA’ DEI SEMI con Maria Grazia Mammuccini

Navdanya International dietro la guida di Vandana Shiva sta portando avanti la “Campagna globale per la Libertà dei Semi” per sensibilizzare le persone, le comunità, le istituzioni e i governi di tutto il mondo su quanto stia diventando precario l’approvigionamento dei nostri semi e di conseguenza quanto sia a rischio la nostra sicurezza alimentare e sull’urgenza di agire per invertire la tendenza alla scomparsa della biodiversità e dei semi locali.
E’ indispensabile mettere al centro dei sistemi scientifici e giuridici del futuro delle norme sementiere, le leggi perenni ecologiche e biologiche della natura e dell’evoluzione basate sulla diversità, sull’adattamento, sulla resilienza e sull’apertura attingendo dai principi della giurisprudenza legata ai diritti umani, al diritto pubblico e dei beni comuni. Al contrario, la normativa oggi dominante riguardo al seme è in totale violazione di queste leggi basandosi sulle monocolture, i monopoli, l’uniformità e la privatizzazione. Questo determina non solo una crisi del cibo e dell’agricoltura, ma anche una crisi della democrazia e quello che sta succedendo a livello europeo peggiora ulteriormente la situazione allargando lo spazio alla commercializzazione senza restrizioni sulle piante brevettate.
E’ indispensabile invece rimettere al centro la biodiversità e il riconoscimento dei diritti degli agricoltori a produrre e scambiare i propri semi attraverso approcci giuridici e sistemi di conoscenza scientifica basati sulla partecipazione e la democrazia ribaltando l’approccio rispetto alla situazione attuale; sul piano scientifico scegliendo di sostituire il principio del massimo dell’uniformità delle sementi con il massimo della diversità per adattarsi alle specificità dei territori e sul piano giuridico sposando il principio che è legale tutto ciò che risponde alle leggi della natura e deve invece essere regolamentato e controllato tutto ciò che deriva dalla “forzatura tecnologica”.

UN ORTO, UNA COMUNITA’ E UNA FEDE con Maurizio Pallante

Al termine di una conferenza sul tema “Ecologia e spiritualità”, a un giornalista che gli aveva domadato quali fossero le tre idee essenziali che avrebbe voluto trasmettere ai suoi figli, o nipoti, prima di morire, Edward Goldsmith rispose: un orto, una comunità e una fede.

Altre infomazioni al più presto.

PRENOTAZIONI E ACQUISTO:
Acquista la tessera  per una o due giornate con accesso a tutti gli eventi, vai alla pagina FESTIVAL CARD

oppure

acquista e prenota questo singolo evento compilando il modulo sottostante